Blog

TC Spirale per la veterinaria

Indagare con tecniche di «imaging» eventuali malattie che affliggono gli animali diventa una realtà. E’ arrivata in Italia la TC spirale. A dotarsi della costosa, un milione di euro, e sofisticata macchina è stata di recente la Clinica Veterinaria San Marco di Padova, una delle più grandi e conosciute a livello europeo. Esattamente uguale alla TC spirale a tre dimensioni impiegata in medicina umana, l’apparecchiatura è la prima in Europa e l’unica da noi ad essere in dotazione ai medici veterinari.
«La TC spirale può essere impiegata per cani e gatti come mezzo di indagine diagnostica e come strumento utile alla programmazione di interventi complessi», spiega la dottoressa Giovanna Bertolini, esperta in radiologia, «la sua utilizzazione è particolarmente indicata per gli animali politraumatizzati (traumi stradali, cadute, schiacciamenti), per investigare la posizione di patologie tumorali e vascolari; inoltre consente di seguire il percorso del mezzo di contrasto se necessario utilizzarlo».
La TC spirale è dotata di sistemi computerizzati in grado di effettuare la ricostruzione tridimensionale degli organi e dei vasi sanguigni dell’animale. «In tutte le cavità che contengono aria o liquidi», spiega la Bertolini, «l’apparecchio ci permette di effettuare navigazioni virtuali esternamente e internamente alle stesse. La metodica consente così di ispezionare e osservare la funzionalità e le alterazioni dell’apparato digerente, del cuore, dei bronchi ma anche del cervello». A questo si aggiunge la possibilità di effettuare prima di entrare in sala operatoria e poi durante l’operazione una programmazione operatoria simulata per identificare le aree di intervento e gli eventuali rischi. I tempi dell’esame sono estremamente veloci (minuti o secondi) e di conseguenza le anestesie, inevitabili per tenere fermo e rilassato il paziente, hanno tempi più che dimezzati. I costi variano da 300 a 500 euro, anestesia inclusa.

5 Risposte

  1. Salve ho bisogno urgentemente di sapere se vi e la possibilità di effettuare una tac al mio cane setter. E’ stato piu volte visitato e alcuni medici veterinari escludono che la tosse che da due settimane afflige il mio cane (di quasi quattro anni) sia deputabile ad un forasacco che sia entrato nelle prime vie aeree.
    Ho scoperto tramite uno screening ematico e con il test che il cane è affetto da leshmaniosima a parere di molti non dia tosse almeno credo nelle fasi iniziali della malattia.
    Il cane non presenta nessun sintomo della malattia e solo per caso ho effettuato il test ed e risultato positivo, lo sto curando con Milteforan +Zyloric+Illimican.
    Ha una tosse cavernosa , non ha perdide di sangue dalla bocca.
    Si consideri che qualche giorno prima di questa tosse starnutiva in continuazione, il cane era arbitrariamente uscito dal suo recinto ed era entrato in un campo pieno di forasacchi,( tolti diversi sotto le ascelle e vicino alle orecchie).
    Cosa ne pensate ????
    Vivo nel Gargano e volevo sapere cosa si spende per effettuare una visita+ una tac.
    qui dei veterinari che effettuano broncoscopie mi hanno vivamenete consigliato di effettuare prima una TAC
    Cordiali saluti
    Pietro trombetta

    1. Gentile signor Pietro,
      potrebbe in effetti trattarsi di un forasacco e l’unico modo è quello di eseguire una broncoscopia fatta da personale altamente specializzato. Non sarei del tutto d’accordo nell’eseguire preventivamente una TAC, reputando più specifico e diretto l’esame broncoscopico. Comunque, se lei desiderasse procedere prima con TAC, le consiglierei di rivolgersi a Bari presso il centro veterinario Einaudi. Più sotto le indico un link attraverso il quale potrà prendere visone della struttura e contattare i medici per una visita specialistica.
      Le porgo i miei saluti cordiali
      http://www.gruppocvit.it/per-la-clientela/strutture-affiliate/s/3.html

      Massimo Sciannimanico, DMV
      Clinica Veterinaria Dannunziana di Pescara
      Centro Medico-Chirurgico d’Abruzzo

  2. Veronica Pezone

    Salve vi scrivo da Caserta ho un segugio che era abbandonato ed ho adottato di cinque anni più o meno ho fatto varie indagini perché urina e beve tantissimo ho fatto varie analisi ma escluso tutto dall’ecografia si vedono dei vasi un po’ strani per cui mi hanno consigliato una Tac Ma per me e’ complicatissimo arrivare A Padova troppo lontano potreste indicarmi per cortesia Anche A Roma qualche ospedale veterinario che la faccia?

    1. Gentile signora Veronica, ma quale veterinario da Caserta consiglia Padova per una TAC o Risonanza ??? Possibile che il suo veterinario sia così poco informato ???
      La migliore struttura probabilmente in Italia si trova a Roma e si chiama Clinica Veterinaria Roma Sud. Ecco alcuni numeri telefonici: 06-7236171 06-72675021 06-72672402
      Saluti cordiali


      Massimo Sciannimanico, DMV
      Clinica Veterinaria Dannunziana di Pescara
      Centro Medico-Chirurgico d’Abruzzo

  3. Veronica Pezone

    Pazzesco mi hanno detto che per il problema vascolare del mio cane l’unica tac all’avanguardia si trova solo a Padova! Qui al Sud ti fanno Morire! Si contano i veterinari aggiornati Intanto il mio cane e’ da mesi e mesi con questo disagio che nessuno Sto arrivando! Spiegarmi!! Comunque Grazie!!

Lascia un commento